Buddah bowl di patate dolci e riso selvatico con hummus di mandorle

  • 4 persons
  • 35 min
4
35’
Soya-Mandorla

ingredienti
4

  • 300 gr di riso selvatico
  • 800 gr di patate dolci
  • 2 cipolle rosse
  • 4 cucchiai di aceto balsamico bianco
  • 2 barattoli di ceci (800 gr)
  • Olio d’oliva
  • 4 cucchiai di Provamel Soya-Mandorla alternativa allo yogurt senza zucchero
  • Un paio di foglie di basilico fresco
  • Coriandolo fresco

preparazione
35 min

  1. Preriscaldare il forno a 200°C.
  2. Versare il riso in una pentola con 900 ml d’acqua salata, portare a ebollizione. Far cuocere al vapore per 25 minuti con il coperchio fino a cottura.
  3. Pelare e tagliare le patate dolci ad anello e disporre su una teglia da forno. Cospargere con un filo d’olio d’oliva, insaporire con sale e pepe, quindi far cuocere in forno per 25-30 minuti fino a doratura e cottura completa.
  4. Nel frattempo, tagliare le cipolle rosse a fettine sottili, versare in una ciotola con l’aceto balsamico e un poco di sale, lasciare a marinare.
  5. Scolare i ceci, aggiungere un po’ di olio d’oliva, passarne la metà al mixer con Provamel Soya-Mandorla alternativa allo yogurt SENZA zucchero e aggiungere del coriandolo fresco (conservarne un poco per guarnire). Insaporire con sale e pepe a piacere.
  6. Prendere l’altra metà dei ceci e stenderli su una teglia da forno, insaporire con sale e pepe e passare al forno per dici minuti fino a quando non raggiungeranno una consistenza croccante (per risparmiare energia, puoi far cuocere i ceci nello stesso forno con le patate dolci!).
  7. Preparare la Buddha bowl partendo con uno strato di riso selvatico, poi stendere uno strato di patate dolci al forno, le cipolle rosse marinate, l’hummus e i ceci tostati. Rifinire con un pizzico aromatico di basilico appena tritato e foglie di coriandolo.

    Ora rilassati, gustati la tua bowl... e medita sull’ottimo lavoro svolto!

trust your food

Know what you eat and eat what you know. We believe in a world where food comes from the land. Nothing artificial. Only what nature intended. Nothing more, nothing less. For you, for the planet, for everybody.  Provamel is committed to make you trust food again. We want to be open and honest in everything we do and say to help you do so. If it is not good for you, it's not right to us. We're not perfect, but ever since we started out in 1983 we’ve been dedicated to doing better. Bit by bit, year on year.